E’ ancora una volta opera dell’artista  Giancarlo Pizzorno  il manifesto ufficiale dell’edizione 2015 del Presepe Vivente di Roccavignale, in programma per le serate del 22, 23 e 24 dicembre prossimi. Si tratta di un dipinto a olio su tela, donato dall’artista alla Pro Loco, che raffigura in primo piano la Sacra Famiglia, ritratta con tecnica classica, e sullo sfondo il paese di Roccavignale del quale č ben distinguibile la chiesa.

Nato a Cosseria, Pizzorno č diventato cittadino onorario di Roccavignale nel 1981, a riconoscimento della sua preziosa attivitā di restauro dell’altare nella chiesetta della Madonna degli Angeli. Allievo di Laura Breschi Barrili, Pizzorno ha avuto occasione di conoscere
 Carlo Leone Gallo prima  ed Eso Peluzzi poi. Le sue opere appaiono nel Catalogo Nazionale d’Arte Moderna Bolaffi nelle edizioni del 1976, ’77 e ’78; č stato protagonista di diverse mostre antologiche e personali; riviste d’arte nazionali hanno scritto su di lui; le sue opere sono conservate in collezioni pubbliche e private e hanno fatto ottenere all’artista valbormidese numerosi premi nazionali e internazionali. Nel giugno di quest’anno, alcune sue opere sono state proiettate al Padiglione Liguria di Expo 2015 a Milano nell’ambito di una giornata dedicata alle eccellenze della Val Bormida.
Nativitā a Roccavignale
Non č la prima volta che
 Pizzorno collabora con l’organizzazione del Presepe e in alcune edizioni l’artista era stato presente durante la manifestazione, dipingendo dal vivo la Nativitā. Giā il manifesto precedente, che ha rappresentato il Presepe Vivente nelle edizioni 2014 e 2013, era opera di Giancarlo Pizzorno, carboncino su cartoncino. Sia il precedente manifesto sia quello attuale sono stati elaboratori dal fotografo Gianni Moroni di Roccavignale che da anni collabora con Pizzorno.

       Stefania Beretta